Marco Van Basten il Cigno di Utrecht

Classe cristallina, numeri da campione assoluto, protagonista di alcune delle pagine più belle della storia del Milan e del calcio in generale. Ecco chi è stato Marco Van Basten.

Nonostante il prematuro ritiro dal calcio a soli 28 anni, Marco Van Basten è unanimemente ritenuto uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi. Ha comunque vinto tantissimo e, se la sua carriera fosse stata più lunga, avrebbe probabilmente battuto numerosi record, invece dovette fermarsi nel pieno della propria ascesa.
Un enorme peccato, dal momento che Van Basten era il tipo di giocatore che avrebbe potuto continuare a far bene fino alle soglie del nuovo millennio, ma una serie di gravi infortuni alla caviglia ha impedito che ciò accadesse.

Van Basten e il Milan

Nel 1986, Silvio Berlusconi rilevò il Milan cercando di risollevarlo e trasformare i rossoneri in una potenza mondiale. In quel momento il club versava in pessime condizioni finanziare dopo la retrocessione del 1980 a causa dello scandalo calcioscommesse, ed era sportivamente decaduto. Appena diventato presidente, Berlusconi iniziò ad ingaggiare i migliori giocatori del mondo, ed il primo della sua lista era proprio Marco Van Basten.
Il bomber olandese aveva appena trascinato l’Ajax alla vittoria della Coppa delle Coppe 1986/1987, segnando il gol decisivo contro la Lokomotiv Lipsia in finale. Non bastasse, veniva da 3 titoli Eredivisie e 3 Coppe d’Olanda. Insomma, un curriculum di tutto rispetto per questo talento 23enne, irmai pienamente pronto a dire “si” al “Cavaliere” e a fare il grande salto.

Van Basten e “Gli Olandesi” del Milan

Presentandosi con l’incredibile score di 128 gol in 133 partite con l’Ajax, Van Basten ebbe un impatto immediato sul Milan e sul calcio italiano, andando in gol 3 volte prima di essere fermato dal primo di una lunga serie di infortuni alla caviglia. Rimase fermo 6 mesi ma risultò comunque importante per lo Scudetto 1987/1988.
L’anno successivo, Van Basten venne raggiunto dal connazionale Frank Rijkaard, ed insieme all’altro “orange” Ruud Gullit formarono uno strepitoso trio di campioni. L’allenatore Arrigo Sacchi si ritrovò così tra le mani una delle squadre più forti del calcio italiano e mondiale.
Quegli anni furono spettacolari per il Milan e per Van Basten, pienamente al centro del progetto e dei trionfi rossoneri, capaci di conquistare:

  1. 4 Scudetti
  2. 4 Supercoppe Italiane
  3. 3 Coppe dei Campioni
  4. 3 Supercoppe Europee
  5. 2 Coppe Intercontinentali

van basten gullit rijkaard

Maglie Milan a poco prezzo

Il ritiro di Van Basten

A titolo personale, Van Basten vinse in quei gloriosi anni anche svariati trofei individuali, su tutti ben 3 Palloni d’Oro e la Scarpa d’Oro come “re dei bomber” europei.
Purtroppo, però, l’ascesa e la carriera del “Cigno di Utrecht” si spezzarono durante l’annata 1992/1993, tra l’altro iniziata benissimo con 12 gol nelle sue prime 13 partite. A dicembre infatti, Van Basten si lesionò la caviglia restando fuori fino alla fine di aprile. Tornò quindi per appena tre partite, prima di avere una ricaduta e dover subire un altro intervento chirurgico alla caviglia che ne compromise la carriera. Provò inutilmente a tornare in campo nei due anni successivi, ma non riuscì mai, ritirandosi tra le lacrime.
Se Van Basten fosse stato in grado di continuare fino alla fine degli anni ’90 avrebbe continuato ad alimentare il suo mito, che lo colloca comunque tra i calciatori più forti di tutti i tempi. Impossibile infatti non ricordare che Marco non è stato eccezionale solo a livello di club, ma ha guidato anche l’Olanda al suo unico trofeo internazionale della storia, ovvero l’Europeo 1988.

I rimpianti del “Cigno di Utrecht”

Il ritiro a soli 28 anni scaraventò comprensibilmente Van Basten dentro un “buco nero”. Lo stesso olandese ha dichiarato: “È stato molto difficile, sono passato dal livello più alto nel calcio fino a quello più basso di infelicità personale. È stata una caduta rovinosa, che mi ha gettato in un periodo davvero buio. Ero al massimo della mia carriera e poi tutto è andato giù. Ho vissuto tanto dolore e problemi. Le operazioni mi avevano portato a zoppicare. Non potevo fare nulla senza dolore e i medici non potevano aiutarmi. Dopo molti interventi e avendo consultato medici di tutto il mondo, che hanno provato qualsiasi cosa senza riuscire a trovare la soluzione, ho dovuto mollare”.
Alla fine, Van Basten prese la drastica decisione di fissare con una placca la propria caviglia, unico modo per fermare il dolore. Una scelta che ovviamente ha messo a tacere qualsiasi speranza di un ritorno al calcio, chiudendo prematuramente una delle più grandi carriere, col rimpianto di ciò che poteva ancora essere.
Chissà cosa ci avrebbe ancora fatto vedere, con la maglia del Milan e non solo.

van basten milan

I gol più belli di Van Basten

Nel video che segue trovate una serie di gol strepitosi realizzati da Marco Van Basten. Prodezze meravigliose tra le tantissime che ci ha regalato questo campione assoluto, veri e propri gioielli che hanno fatto impazzire gli appassionati di calcio di tutto il mondo. Alcune rimaste tra i gol più belli della storia.

E a proposito di video, non dimenticate di iscrivervi al nostro canale YouTube sempre pieno di contenuti.

Giocatori di Lana Caprina

Giocatori di Lana Caprina

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo su tutti i Social

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo su tutti i Social

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Iscriviti
Notifiche
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il Mondo Lana Caprina

I nostri articoli sono dedicati a coloro che trovano un momento di gloria senza mai essere stati dei numeri uno, a quelli che ci sono rimasti nel cuore non per la loro tecnica o per i trofei in bacheca ma piuttosto per quel loro modo, unico ed assolutamente “caprino”, di essere.

Gli ultimi Articoli

Seguici su Facebook

Iscriviti al Canale YouTube

Vuoi fare pubblicità sul nostro sito?

Diventa partner e visita la nostra pagina pubblicitaria
0
Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!x
()
x