I Portieri Sudamericani più Pittoreschi degli Anni ’90

Un viaggio alla scoperta degli estremi difensori sudamericani più iconici degli anni '90. Portieri entrati di diritto tra le leggende del calcio internazionale.

Quando il mestiere dell’estremo difensore non era solo quello di respingere un pallone

C’erano una volta i portieri degli anni ’90 la cui interpretazione del ruolo variava da continente a continente. In Europa sapevano soltanto tuffarsi all’interno del perimetro dell’area piccola, non essendo avvezzi all’uscita in presa alta né tantomeno a imbastire l’azione con i piedi; in Sud America, invece, erano dei tuttofare. I più esperti di calcio ricorderanno come in paesi quali Paraguay, Colombia, Venezuela e Messico i numeri 1 non amassero stare fermi ad aspettare i tiri degli avversari; anzi il più delle volte decidevano di uscire dalla propria porta divenendo attaccanti aggiunti pronti a calciare le punizioni. Come il pittoresco portiere del Paraguay José Luis Chilavert che in carriera realizzò 15 reti proprio su punizione. Incredibile fu la sua prestazione contro il Deportivo Español datata 2 ottobre 1994, quando indossando la maglia del Vélez Sarsfield si rese protagonista della sua prima magia tramite palla inattiva. A dire il vero anche con i calci di rigore non se la cavava male considerando che ne realizzò 45. Non solo: siglò pure 2 reti su azione. Questa sua abilità nel risultare determinante non certo per le sue parate ne fece per lungo tempo l’estremo difensore con più reti all’attivo; peccato per lui che nel 2008 ci ha pensato il brasiliano Rogério Ceni a superarlo. Nonostante questo sorpasso il nome di Chilavert è entrato a pieno diritto nella Hall of Fame dei portieri sudamericani più pittoreschi degli anni ’90.

L’uomo che inventò il colpo dello scorpione

Quando si parla dei portieri sudamericani più pittoreschi che hanno caratterizzato gli anni ’90 non si può non menzionare lui: René Higuita. Estremo difensore della Colombia dal 1987 al 1999, tra i pali fu estroso, soprattutto quando attraverso il colpo dello scorpione da lui inventato decideva in una frazione di secondo che bloccare il pallone con le mani non aveva senso: meglio respingerlo direttamente con le suole delle scarpe! Autore di 3 goal in 69 partite ufficiali con la maglia della Nazionale e di 48 con i club in cui ha militato, Higuita non viene certo ricordato per la sua capacità di parare i rigori, per lui più una questione di fortuna che di abilità, considerando che non sapendosi ben posizionare lungo la linea di porta spesso si tuffava in ritardo. Aveva comunque all’attivo due rigori parati.

Dudamel: uno dei simboli della Nazionale di calcio venezuelana

Rispetto ai due mostri sacri sopra citati lui è quasi sicuramente meno conosciuto. Stiamo parlando del portiere della Nazionale di calcio venezuelana Dudamel, che con la maglia del suo paese segnò soltanto un goal subendone 116. Con i club invece arrivò a un totale di 23. Abbastanza bravo quando c’era da uscire in presa alta, soprattutto in occasione di un calcio d’angolo, Dudamel in tanti anni di attività è stato troppo poco “pazzerello” e più simile ai suoi colleghi europei. Dunque di lui non si ricordano uscite dall’area di rigore improvvise, se non per calciare ogni tanto un calcio di punizione o un rigore.

portieri sudamericani degli anni 90

Campos, il portiere dalle divise sgargianti e non solo

C’è stato un portiere che più di 30 anni fa si è distinto non solo per il suo ruolo di attaccante aggiunto ma anche e soprattutto per le sue divise sgargianti: il messicano Campos. Ogni volta in campo con il maggior numero di colori addosso, non essendo molto alto faceva dell’agilità la sua arma migliore. In aggiunta eccelleva nel gioco con i piedi, come i moderni estremi difensori di oggi, e per questo motivo i compagni guardavano a lui quando non sapevano come inventarsi un passaggio filtrante. Infine Campos non si risparmiava nel farsi trovare all’interno dell’area di rigore avversaria, ritornando poi tempestivamente sui suoi passi in caso di ripartenza. Forse è anche per questo motivo, ovverosia il suo essere un portiere fuori dall’ordinario, che la Nike lo volle per il celebre spot Match in Hell, dove erano presenti, tra gli altri, campioni del calibro di Maldini, Ronaldo il Fenomeno e Cantona.

Jorge Campos Tribute – VIDEO

Nel video che segue potete vedere un tributo a Jorge Campos, il grande portiere sudamericano.

E a proposito di video, non dimenticate di iscrivervi al nostro canale YouTube sempre pieno di contenuti.

Giocatori di Lana Caprina

Giocatori di Lana Caprina

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo su tutti i Social

Se l'articolo ti è piaciuto condividilo su tutti i Social

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Iscriviti
Notifiche
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Il Mondo Lana Caprina

I nostri articoli sono dedicati a coloro che trovano un momento di gloria senza mai essere stati dei numeri uno, a quelli che ci sono rimasti nel cuore non per la loro tecnica o per i trofei in bacheca ma piuttosto per quel loro modo, unico ed assolutamente “caprino”, di essere.

Gli ultimi Articoli

Seguici su Facebook

Iscriviti al Canale YouTube

Vuoi fare pubblicità sul nostro sito?

Diventa partner e visita la nostra pagina pubblicitaria
0
Cosa ne pensi? Lascia il tuo commento!x