Ilie Nastase il tennista dell’est

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Tra genio e sregolatezza, una vita sempre a 1000 km/h e una sfrontatezza che fece impallidire anche il genio del tennis John McEnroe. Tutto questo, e molto altro ancora, racchiuso in un solo nome: Ilie Năstase!

C’è chi lo definisce “genio” ma anche chi lo ritiene un “pazzo”. Di certo c’è che la vita, sia tennistica che privata, di Ilie Nastase non ha mai conosciuto vie di mezzo.
Indubbiamente un talento fuori dal normale, dal repertorio sconfinato che andava dal “Serve&Volley” alla difesa da fondocampo, Nastase è di sicuro uno dei campioni più scintillanti mai esistiti nel tennis.
Il problema è che, come molti suoi successori di cui vi abbiamo narrato su queste pagine (Kyrgios, Gulbis e Fognini, ad esempio), fu spesso tradito da una testa che si accendeva a intermittenza. E che gli suggeriva di mettere in campo, oltre alle fantasiose giocate, anche un vero e proprio “teatro”. Dove Ilie diventava il “One Man Show” o, in questo caso, “One Man Wool” , mettendosi in situazioni spesso al limite del paradossale.

La storia di Ilie Nastase

Nato a Bucarest nel 1946, Ilie Nastase viene immediatamente catapultato sulla “via maestra” del tennis.
Il padre è infatti un lavoratore del circolo tennistico della Banca Nazionale della Romania. Un fortunata coincidenza che porterà il giovane Ilie sin da piccolo sul terreno di gioco.
Il suo talento viene fuori precoce, e a 12 anni conquista il suo primo torneo juniores. Comincia quindi a collezionare trofei, e infatti sarà il primo tennista della storia a tagliare l’ambito traguardo di 100 titoli ATP. Trionfi memorabili e quasi equamente distribuiti tra 51 successi in singolare e 57 in doppio.
L’istrionico tennista metterà in bacheca anche 2 Slam per un palmares da fare invidia, certo, ma che poteva indubbiamente essere ancor più ricco. Sarebbe bastato soltanto che lo smisurato talento non venisse tradito da una mente non sempre sana e centrata sul tennis

La vita sregolata di Ilie

Per riassumere la vita di Nastase, la parola più adatta è “sregolatezza”. Complice la rapida evoluzione del tennis che si è trovato a vivere, e che portava gli sportivi a diventare star, Ilie fu investito, anche nel privato, da questo cambiamento, che lo spinse verso una vita dissoluta. Vissuta, per dirla alla Vasco Rossi, in modo altamente spericolato ed esagerato
L’arrivo del denaro e della notorietà sancirono il cambiamento sia mentale che fisico di Ilie. Da “magrolino” con una pettinatura sistemata con la riga da una parte, a capelli lunghi e selvaggi, barba incolta e un atteggiamento in campo sfrontato e irriverente. Quasi a rasentare il villano.
Nel privato, poi, si trasformerà in uno spietato playboy, tanto che nella sua autobiografia intitolata “Mr. Nastase” racconta di aver avuto oltre 800 partner. Del resto, Nastase fu il primo tennista della storia ad abbattere il muro di 1 milione di dollari guadagnati sul campo, nonché il primo a firmare un ricco contratto con l’Adidas come sponsor ufficiale, nel 1972.

ilie nastase romania tennis

Accessori Tennis Online

Nastase vs McEnroe

Ridurre le sue gesta ad una singola “smargiassa” è pressoché impossibile, ma abbiamo scelto di rendere onore alla più eclatante.
E’ il 1979 e siamo allo US Open. Dall’altra parte della rete c’è un giovane americano, tal John McEnroe, allora diciannovenne. Nastase, dopo una chiamata a suo parere sbagliata dell’arbitro, si arrabbiò talmente tanto da meritarsi prima vari richiami, poi un warning, quindi un game di penalità fino ad arrivare all’espulsione con perdita del match!
Il pubblico, accorso numeroso alla partita, non approvò la decisione del direttore di gara e mise in atto un’autentica rivolta sugli spalti, lanciando in campo di tutto. Il risultato? Una retromarcia incredibile degli organizzatori del torneo, che riammisero Ilie in partita e sostituirono l’arbitro. Una decisione clamorosa che non si è più ripetuta nella storia del tennis, e che si merita di  sicuro il titolo di “Smargiassa delle Smargiasse”.
Lo stesso McEnroe non esitò a definirla “Il circo di tutti i circhi!”. Per una pagina sportiva interamente rivestita di purissima lana caprina!

Il video della bravata

Nel video che segue potete vedere con i vostri occhi la “Smargiassa delle Smargiasse” appena narrata, e bearvi della paradossale scena firmata Ilie Nastase. Un vero momento, caprino, di storia del tennis!
E a proposito di video, non dimenticate di iscrivervi al nostro canale YouTube sempre pieno di contenuti.

Giocatori di Lana Caprina

Giocatori di Lana Caprina

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui social e cercane altri nelle varie sezioni del sito.

Giocatori di Lana Caprina

Giocatori di Lana Caprina

Lascia un Commento

Il Mondo Lana Caprina

I nostri articoli sono dedicati a coloro che trovano un momento di gloria senza mai essere stati dei numeri uno, a quelli che ci sono rimasti nel cuore non per la loro tecnica o per i trofei in bacheca ma piuttosto per quel loro modo, unico ed assolutamente “caprino”, di essere.

Gli ultimi Articoli

Seguici su Facebook

Iscriviti al Canale YouTube

Vuoi fare pubblicità sul nostro sito?

Diventa partner e visita la nostra pagina pubblicitaria